IL DOTTOR GERALD MSUKWA

IL DOTTOR GERALD MSUKWA

Il dottor Gerald Msukwa è un oftalmologo che lavora al Queen Elizabeth Central Hospital, l’unico ospedale per quasi 5 milioni di persone nel sud del Malawi. Sarà lui a realizzare l’operazione di cataratta a Winesi in diretta l’8 Ottobre 2014.

Screen Shot 2014-09-28 at 11.47.55 PMA Million Miracles, Sightsavers, MalawiScreen Shot 2014-09-28 at 11.48.30 PM Screen Shot 2014-09-28 at 11.48.41 PMScreen Shot 2014-09-28 at 11.48.18 PMScreen Shot 2014-09-28 at 11.48.53 PMDr. Gerald Msukwa“Vengo da una famiglia molto modesta. Mio madre era un insegnante e mia madre era casalinga (io la chiamo la manager della casa). Mio padre voleva solo che i suoi figli si distinguessero in qualcosa. All’inizio volevo fare lo scienziato, e poi mi sono ritrovato ad iscrivermi a una laurea in scienze all’Università del Malawi. È lì che si è sviluppato il mio interesse verso la medicina.

Dopo due anni ho fatto domanda per una borsa di studio alla St. Andrews University in Scozia, all’epoca il Governo aveva una partnership con il British Council per aiutare a formare i dottori del Malawi. Mi hanno preso e dopo tre anni mi sono spostato al St. Mary’s Hospital per lavorare in clinica. Alla fine della formazione sono tornato in Malawi, ed è stato in quel periodo che si è rafforzato il mio interesse verso l’oftalmologia. Ho incontrato il Professor Moses Chirambo che all’epoca era l’unico chirurgo degli occhi in Malawi. Era uno dei chirurghi più scrupolosi. Ho lavorato con lui un paio di settimane e non potevo credere che una persona potesse cambiare così tante vite. È stato questo che mi ha fatto decidere. E non mi sono mai voltato indietro.

Ho messo in piedi l’unità oculistica qui al Queens Elizabeth Central Hospital e attualmente sono l’unico chirurgo pediatrico in Malawi. Sono stato coinvolto in una ricerca nelle scuole per bambini ciechi e abbiamo scoperto che l’85% di questi bambini non avrebbero dovuto essere ciechi, perchè avrebbero duvuto essere operati. Questo ha cambiato la mia vita da un momento all’altro e sono diventato il difensore dei bambini. Ho scelto di specializzarmi in pediatria e fortunatamente Il Ministro della Salute e Sightsavers erano favorevoli a sostenermi. Negli ultimi cinque anni siamo passati da operare quasi nessun bambino a operarne più di 400 ogni anno. È diventata una passione per me.

Le sfide sono enormi. Attualmente in Malawi ci sono solo otto chirurghi (su una popolazione di più di 14 milioni di persone), quindi uno dei problemi è il numero di dottori in rapporto al bisogno dei pazienti. Un altro è il fatto che le persone in un paese così povero non cercano aiuto. Sono bloccati da qualche parte e il dottore è da un’altra, finchè non si riesce a metterli in connessione: è lì che si comincia a vedere un impatto. La maggior parte dei pazienti non va a chiedere aiuto, quindi per prima cosa qualcuno deve andare a cercarli nei loro villaggi. Una volta trovati non possono essere mandati tutti al Centro perchè non sarebbe sostenibile. La cosa più semplice è spostare il team il più vicino possibile a dove si trovano i pazienti. Per questo vengono portati all’ospedale locale. Dopodichè anche il team medico viene spostato allo stesso ospedale, insieme a tutto ciò che occorre per eseguire le operazioni, e questo è un enorme problema logistico. Tutti gli spostamenti logistici sono finanziati da Sightsavers, incluso l’acquisto della strumentazione medica essenziale.

Per visitare un paziente bisogna andare fuori dalle strade principali. È più facile nella stagione secca perchè a volte nella stagione delle piogge si rimane bloccati anche utilizzando un fuoristrada. Una volta il mio team è rimasto bloccato nel fiume perchè mentre lo attraversavano ha iniziato a piovere. La gente del posto ha dovuto tirarli fuori!

CREDO CHE L’AFRICA SIA UN LIBRO SCRITTO A META 

Ho una mia filosofia molto semplice. Credo che l’Africa sia un libro scritto a metà; l’altra metà è in bianco. Puoi leggerlo e se ti senti inspirato puoi scrivere il tuo capitolo, oppure lo leggi, lo lasci cadere e scappi. Io ho scelto la prima.

A 45 anni so come gira il mondo. Conosco il limite di ciò che un singolo individuo può raggiungere, e nell’ultimo capitolo della mia vita la mia attenzione si sta focalizzando nel motivare quanti più dottori possibile. Sto cercando di convincere chi la pensa come me a rimanere qui in Malawi una volta che si specializza. Una volta che raggiungo il mio obiettivo, il capitolo si chiude.

940,926

Miracles funded

Now it's your turn!

Il numero di miracoli realizzati si basa sulla somma totale raccolta fino ad ora e ha un costo medio di 30€ per operazione. Il numero viene aggiornato quotidianamente.

Donate a Miracle

Or share it online    

LA CAMPAGNA DI SIGHTSAVERS MILIONI DI MIRACOLI

Sightsavers lavora dal 1950 per combattere la cecità evitabile e offrire pari opportunità alle persone con disabilità nei paesi più poveri del mondo. Aiutiamo le persone a riacquistare la vista, facciamo opera di prevenzione affinchè nessuno sia più cieco per cause evitabili e sosteniamo le persone irreversibilmente cieche offrendo loro l’opportunità di una vita indipendente e dignitosa.

Milioni di Miracoli è la più grande campagna di Sightsavers per supportare il lavoro che svolgiamo ogni giorno.

Sightsavers

© 2017 Sightsavers International Italia Onlus, Corso Italia 1, 20122 Milano. C.F. 97653640017